Cosa sono i "vizi di refrazione"

Miopia, ipermetropia, astigmatismo.

I vizi di refrazione (miopia, ipermetropia, astigmatismo) vengono usualmente corretti mediante l'utilizzo di occhiali o lenti a contatto. Più raramente la correzione del difetto refrattivo può essere eseguita con l'ausilio di tecniche chirurgiche quali il laser ad eccimeri.

Sia l'uso degli occhiali che delle lenti a contatto garantisce una corretta qualità di visione.
Tuttavia è importante sottolineare che la distanza tra l'occhio e la lente montata sull'occhiale non permette una qualità di vista tanto buona quanto quella fornita dalle lenti a contatto.

Una correzione portata direttamente sull’occhio è più naturale e più tollerata perché vengono eliminati gli effetti prismatici dovuti all’occhiale che risulta fermo rispetto agli occhi che sono in movimento continuo; questo fa si che occhiale e occhi siano in una posizione ottimale solo quando si guarda diritto davanti a sè. Più le lenti sono di grado elevato più questi disturbi sono marcati; per contro non si hanno effetti prismatici se le lenti non sono graduate come quelle degli occhiali da sole.

MiopiaMiopia MIOPIA

La miopia è un difetto di rifrazione oculare nel quale gli oggetti lontani appaiono sfuocati e quelli vicini nitidi. La causa e' che la lunghezza assiale dell'occhio e maggiore del normale o nel fatto che la cornea, e troppo "potente" cioè fa convergere troppo i raggi luminosi che la colpiscono. Spesso la miopia e determinata dalla combinazione di questi fattori.

 

IpermetropiaIpermetropia IPERMETROPIA

L'occhio ipermetrope presenta una geometria (l'occhio è più corto rispetto al bulbo ideale e/o il potere di cornea-cristallino è insufficiente) tale per cui i raggi luminosi vanno a fuoco dietro alla retina, anziché sul piano retinico.
Nel soggetto giovane, il cristallino è molto elastico e può compensare parzialmente o in toto l'anomalia , riportando con uno sforzo "accomodativo" le immagini sul piano retinico.
In alcuni soggetti, questo meccanismo compensa perfettamente il paziente in epoca giovanile.
In altri pazienti, questo TONO ACCOMODATIVO inconsapevole può determinare affaticamento visivo, cefalea, lacrimazione, iperemia oculare o addirittura generare uno strabismo accomodativo

In età più avanzata viene confusa con la presbiopia, che è invece la perdita di capacità accomodativa dovuta all’invecchiamento del cristallino.

 

 

AstigmatismoAstigmatismo

ASTIGMATISMO

L'occhio astigmatico presenta una geometria in cui la curvatura della cornea è differente nei due meridiani principali, maggiore in una direzione rispetto all'altra. La cornea quindi non è paragonabile ad una porzione di sfera, quale è la cornea normale, ma ad una porzione di ellissoide (pallone da rugby).
I raggi luminosi vengono rifratti e vanno a fuoco sulla retina su due piani diversi, ortogonali tra loro(nel caso di astigmatismo regolare), determinando una visione confusa sia da vicino che da lontano.
L'astigmatismo si può associare alla miopia o all'ipermetropia , sommando gli effetti penalizzanti per la visione; la maggior parte degli astigmatismi può essere corretta adeguatamente con lenti a contatto o occhiali.

PRESBIOPIA

Occorre sottolineare che la presbiopia non è un vizio refrattivo; si tratta infatti di una riduzione fisiologica della capacità accomodativa dovuta all’invecchiamento del cristallino o del legamento che lo tiene nella giusta posizione e si corregge con lenti di potere positivo. Compare intorno ai 40/45 anni e si manifesta in una difficoltà a mettere a fuoco le immagini o gli oggetti che si trovano a distanza ravvicinata.

Condividi su Social Media

Via Campitello 31

San Nicolo' di Comelico

Telefono 0435 210000

info@otticapt11.it

 

ORARI
da martedì a sabato:
9.00 /12.30 – 15.00 / 19.00
lunedì e domenica: CHIUSO

Politica dei cookie

Questo sito utilizza i cookie per memorizzare.

Si accetta?

UA-86556493-1